Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

40 anni fa di Angelo Ivan Leone

Il terremoto in Irpinia fu, 40 anni fa, uno dei tanti modi in cui si può comprendere questo Paese. Tutto quello che non si doveva fare si fece e tutto quello che non si doveva fare fu fatto e, soprattutto, lasciato fare. Una classe politica: corrotta, disinteressata e pavida, replicò, con la sola grande eccezione del presidente della Repubblica: Sandro Pertini, quanto non fatto durante il terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908. Fu lui e solo lui, il presidente più amato, e non a caso, dagli italiani a denunciare le infinite debolezze e gli spaventosi ritardi della macchina dei soccorsi. Parafrasando Longanesi, dopo la Seconda Guerra Mondiale, e guardando al terremoto del 1908 di Messina e Reggio, dove i primi ad intervenire furono i marinai della Marina Zarista Russa, per il terremoto in Irpinia si può ben dire: "Per indisposizione del dittatore la democrazia (cristiana) si replica."

Ultimi post

La vera sfida di Angelo Ivan Leone

PAPA FRANCESCO ROMPE GLI INDUGI E APRE ALLE UNIONI CIVILI: UNA SCELTA CORAGGIOSA DI PORTATA STORICA. ANCHE IN PARLAMENTO ALLORA SI DISCUSSE DELL’APPROCCIO PRO FAMIGLIA. Di Giuseppe Lumia

IL VIRUS SEGRETO DELLA FELICITÀ di Paolo Calabrese

Immane impresa di Angelo Ivan Leone

San Francesco riflessione di Paolo Calabrese

4 OTTOBRE, GIORNATA DEDICATA A SAN FRANCESCO: CHE COSA CI INSEGNA PAPA FRANCESCO CON LA SUA NUOVA ENCICLICA “FRATELLI TUTTI”. Di Giuseppe Lumia

La tregua di Angelo Ivan Leone

Un miraggio mistico di Angelo Ivan Leone

PADRE PINO PUGLISI: SONO PASSATI TANTI ANNI DALLA SUA MORTE PER MANO MAFIOSA MA CONTINUA A MANCARCI E MOLTO. Di Giuseppe Lumia

La guerra mai dichiarata e sempre perduta di Angelo Ivan Leone